Mediazione Civile

La nuova normativa prevede l’obbligo, prima di adire l’autorità giudiziaria competente di esperire un tentavivo di Conciliazione.
Sono diverse le materie per le quali il tentativo di conciliazione è obbligatorio: diritti reali, successioni ereditarie, patti di famiglia, locazioni, accordi di comodato, cause per risarcimenti dei danni causati da colpa medica o riguardanti la diffamazione a mezzo stampa, ma anche contratti assicurativi, bancari e finanziari.
La mediazione civile ha lo scopo di far addivenire le parti ad una conciliazione attraverso l’opera di un mediatore è un soggetto professionale, qualificato e terzo che aiuti le parti in conflitto a comporre una controversia. Il mediatore assiste le parti nella ricerca di una composizione non giudiziale della controversia insorta tra le parti.
La procedura si svolge in un Organismo di Conciliazione e Mediazione abilitato.
Il Comitato di Palermo  dell’Unione Nazionale Consumatori ha siglato, per assistenza nella procedura di Mediazione una Convenzione con
  • L’Organismo di Conciliazione Concilium ADR di Palermo
  • L’Organismo di Conciliazione “Mediare con Unipa”, l’organismo di Conciliazione e Mediazione del Dipartimento di Studi Europei e della Integrazione Internazionale e dell’ Università di Palermo